Raimondo Cappellari, classe 1924, sul campanile di Foza in uno scatto di inizio anni ’40. Davanti all’osteria di Valentino Oro, detto “Tin Marcante” (l’attuale bar “Tre S-cioppi”) si vedono bene il vecchio pozzo ed il lavatoio. Raimondo sarebbe stato chiamato alle armi nel ’43, a diciannove anni, e sarebbe ritornato a casa nel ’45 dopo lunga prigionia. Il giorno del suo arrivo la madre  Maria Oro “Marcanta” era proprio alla fontana della piazza per raccogliere l’acqua e vide due giovani salire verso la chiesa. Ad alcune persone, che le chiesero chi potessero essere, rispose: “forse due malghesi che salgono alle melette…” Raimondo, che aveva riconosciuto la madre, tirò dritto e la aspettò davanti casa, vicino alla chiesa. Quel che successe qualche minuto dopo ve lo lascio immaginare…

error:
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.